La sagra della Seppia a Donnalucata

30/04/2008 16:00
03/05/2008 16:00

Tradizione, Mare, Allegria e tanta Voglia di Mangiare
nella “Marina di Vigata” del Commissario Montalbano,
incorniciata nello splendido scenario del Mare Ibleo
La 18^ "Sagra della Seppia"
1 - 2 - 3 MAGGIO 2009

Dal primo al tre di maggio a Donnalucata si rinnova l’evento con
l’edizione 2009 della Sagra della Seppia. Quest’anno il Comitato
Organizzatore dell’evento ha deciso di portare a compimento un concreto
gesto di solidarietà per le orgogliose popolazioni dell’Abruzzo colpite dalla
tragedia del terremoto. Un gesto che si concretizzerà attraverso forme
tangibili di aiuto, che danno il senso compiuto ad un evento importante per
tutto il litorale ibleo come la Sagra della Seppia.
Ecco perché il Comitato Organizzatore ha scelto di dare un
significato in questo senso, azzerando gli spettacoli degli artisti in
cartellone durante le tre serate dell’evento e cancellando i fuochi
pirotecnici che chiudevano solitamente la nostra kermesse. I soldi che si
risparmieranno (fatte salve le spese vive) saranno donati all’Abruzzo per
tramite delle organizzazioni ufficiali deputate alla raccolta.
Si tratta di importanti economie ricavate da queste scelte che
serviranno a farci sentire più vicino all’Abruzzo ed alla sua gente. Una
decisione che l’organizzazione della Sagra della Seppia ’09 ha condiviso
con associazioni culturali, sportive, musicali e di vario genere che, a titolo
gratuito, offriranno la loro esibizione sul palco di Donnalucata in
occasione dell’evento, non facendo così mancare il corollario di attrazione
che è parte integrante della Sagra della Seppia, che quest’anno raggiunge
la maggiore età con tante novità e molti momenti interessanti. Per questo
il comitato ringrazio fin d’ora le associazioni GCTM Voci nel Deserto di
Donnalucata, La Piramide di Donnalucata e l’Accademia della Musica di
Scicli per la preziosa ed insostituibile collaborazione
Il Comitato Organizzatore ha però voluto avere la solidarietà vera
come motivo conduttore di questa edizione della Sagra ed in questo
senso fa piacere sottolineare come sia stato trovato terreno
assolutamente fertile verso l’obiettivo, costituito da queste associazioni
che si sono schierate al nostro fianco per non far calare l’attrattiva
dell’evento e per non far mancare il nostro apporto all’Abruzzo.

Ufficio Stampa