Feste ed eventi

Seleziona una categoria specifica
Giovedì August 09, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Inizio:09/08/2012 16:00

Mostra del Libro Antico in Castiglione di Sicilia
Recattito del mero e misto imperio- memoria storica 1616
per info: recattito.blogspot.com

Venerdì August 10, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Mostra del Libro Antico in Castiglione di Sicilia
Recattito del mero e misto imperio- memoria storica 1616
per info: recattito.blogspot.com

Sabato August 11, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Mostra del Libro Antico in Castiglione di Sicilia
Recattito del mero e misto imperio- memoria storica 1616
per info: recattito.blogspot.com

Domenica August 12, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Mostra del Libro Antico in Castiglione di Sicilia
Recattito del mero e misto imperio- memoria storica 1616
per info: recattito.blogspot.com

Inizio:12/08/2012

Da domenica, 12 agosto a domenica, 19 agosto Nuova Acropoli fornisce servizio soccorso costiero h 24 con allestimento campo base, in collaborazione con la Capitaneria di Porto ed in supporto agli altri Enti istituzionali.
Per maggiori info rivolgersi in segreteria al numero: 0931 24300
o visitando direttamente il nostro sito http://www.nuovaacropoli.it/

Inizio:12/08/2012 09:30
Fine:12/08/2012 13:30

Prima passeggiata di AUTO e MOTO D’EPOCA
12 Agosto 2012
A Santa Lucia del Mela (ME)
Programma:
9.30 Riunione presso Asilo Nido
Dalle 9.30 alle 11.00 Punzonatura ed esposizione delle vetture.
Dalle 11.00 alle 13.00 Passeggiata per le vie della città con degustazione itinerante di prodotti tipici.
Arrivo Contrada Misericordia, presso piazzale antistante le vecchie scuole elementari con aperitivo per tutti i partecipanti, premiazione e benedizione di autisti autovetture e moto.
La partecipazione all’evento è totalmente gratuita.
L’evento è organizzato dal comitato festeggiamenti Maria SS. Assunta Chiesa Misericordia, Historical Club del Mela e dalla GIALTEK Accessori Industria Alimentari.
Per informazioni rivolgersi a: 330372183 http://www.gialtek.com

Lunedì August 13, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Mostra del Libro Antico in Castiglione di Sicilia
Recattito del mero e misto imperio- memoria storica 1616
per info: recattito.blogspot.com

Da domenica, 12 agosto a domenica, 19 agosto Nuova Acropoli fornisce servizio soccorso costiero h 24 con allestimento campo base, in collaborazione con la Capitaneria di Porto ed in supporto agli altri Enti istituzionali.
Per maggiori info rivolgersi in segreteria al numero: 0931 24300
o visitando direttamente il nostro sito http://www.nuovaacropoli.it/

Martedì August 14, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Mostra del Libro Antico in Castiglione di Sicilia
Recattito del mero e misto imperio- memoria storica 1616
per info: recattito.blogspot.com

Da domenica, 12 agosto a domenica, 19 agosto Nuova Acropoli fornisce servizio soccorso costiero h 24 con allestimento campo base, in collaborazione con la Capitaneria di Porto ed in supporto agli altri Enti istituzionali.
Per maggiori info rivolgersi in segreteria al numero: 0931 24300
o visitando direttamente il nostro sito http://www.nuovaacropoli.it/

Mercoledì August 15, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Mostra del Libro Antico in Castiglione di Sicilia
Recattito del mero e misto imperio- memoria storica 1616
per info: recattito.blogspot.com

Da domenica, 12 agosto a domenica, 19 agosto Nuova Acropoli fornisce servizio soccorso costiero h 24 con allestimento campo base, in collaborazione con la Capitaneria di Porto ed in supporto agli altri Enti istituzionali.
Per maggiori info rivolgersi in segreteria al numero: 0931 24300
o visitando direttamente il nostro sito http://www.nuovaacropoli.it/

Giovedì August 16, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Mostra del Libro Antico in Castiglione di Sicilia
Recattito del mero e misto imperio- memoria storica 1616
per info: recattito.blogspot.com

Da domenica, 12 agosto a domenica, 19 agosto Nuova Acropoli fornisce servizio soccorso costiero h 24 con allestimento campo base, in collaborazione con la Capitaneria di Porto ed in supporto agli altri Enti istituzionali.
Per maggiori info rivolgersi in segreteria al numero: 0931 24300
o visitando direttamente il nostro sito http://www.nuovaacropoli.it/

Venerdì August 17, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Mostra del Libro Antico in Castiglione di Sicilia
Recattito del mero e misto imperio- memoria storica 1616
per info: recattito.blogspot.com

Da domenica, 12 agosto a domenica, 19 agosto Nuova Acropoli fornisce servizio soccorso costiero h 24 con allestimento campo base, in collaborazione con la Capitaneria di Porto ed in supporto agli altri Enti istituzionali.
Per maggiori info rivolgersi in segreteria al numero: 0931 24300
o visitando direttamente il nostro sito http://www.nuovaacropoli.it/

Sabato August 18, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Mostra del Libro Antico in Castiglione di Sicilia
Recattito del mero e misto imperio- memoria storica 1616
per info: recattito.blogspot.com

Da domenica, 12 agosto a domenica, 19 agosto Nuova Acropoli fornisce servizio soccorso costiero h 24 con allestimento campo base, in collaborazione con la Capitaneria di Porto ed in supporto agli altri Enti istituzionali.
Per maggiori info rivolgersi in segreteria al numero: 0931 24300
o visitando direttamente il nostro sito http://www.nuovaacropoli.it/

Domenica August 19, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Mostra del Libro Antico in Castiglione di Sicilia
Recattito del mero e misto imperio- memoria storica 1616
per info: recattito.blogspot.com

Inizio:12/08/2012
Fine:19/08/2012

Da domenica, 12 agosto a domenica, 19 agosto Nuova Acropoli fornisce servizio soccorso costiero h 24 con allestimento campo base, in collaborazione con la Capitaneria di Porto ed in supporto agli altri Enti istituzionali.
Per maggiori info rivolgersi in segreteria al numero: 0931 24300
o visitando direttamente il nostro sito http://www.nuovaacropoli.it/

Lunedì August 20, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Mostra del Libro Antico in Castiglione di Sicilia
Recattito del mero e misto imperio- memoria storica 1616
per info: recattito.blogspot.com

Martedì August 21, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Mostra del Libro Antico in Castiglione di Sicilia
Recattito del mero e misto imperio- memoria storica 1616
per info: recattito.blogspot.com

Mercoledì August 22, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Mostra del Libro Antico in Castiglione di Sicilia
Recattito del mero e misto imperio- memoria storica 1616
per info: recattito.blogspot.com

Giovedì August 23, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Mostra del Libro Antico in Castiglione di Sicilia
Recattito del mero e misto imperio- memoria storica 1616
per info: recattito.blogspot.com

Venerdì August 24, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Mostra del Libro Antico in Castiglione di Sicilia
Recattito del mero e misto imperio- memoria storica 1616
per info: recattito.blogspot.com

Inizio:24/08/2012

A Riposto(CT), dal 24 al 26 Agosto, nella suggestiva cornice del lungoporto, tredicesima edizione della “Festa del pesce” con degustazione di pesce azzurro locale. Tre giorni dedicati ai sapori del mare e alle tipicità alimentari cucinate in piazza nella migliore tradizione di un antico borgo marinaro. Iniziativa suggestiva specialmente per i turisti che visitano Riposto e potranno gustare le ghiottonerie culinarie del territorio: dal pesce alle bruschette, tutto esaltato dal vino siciliano. Ad incorniciare le serate enogastronomiche tante iniziative culturali legate al mare, esibizioni sportive e la buona musica da ascoltare sotto le stelle di Sicilia con il grande evento previsto per sabato 25 con la quinta edizione della giornata del folk e del carretto siciliano che, dopo lo straripante successo del 2011, avrà la Festa del pesce come cornice dello spettacolo finale dei gruppi folkloristici provenienti da tutta la Sicilia:da segnalare infine il gran concerto di chiusura della Festa affidato alla verve degli effervescenti Brigantini che si esibiranno domenica 26 agosto.

Sabato August 25, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Mostra del Libro Antico in Castiglione di Sicilia
Recattito del mero e misto imperio- memoria storica 1616
per info: recattito.blogspot.com

A Riposto(CT), dal 24 al 26 Agosto, nella suggestiva cornice del lungoporto, tredicesima edizione della “Festa del pesce” con degustazione di pesce azzurro locale. Tre giorni dedicati ai sapori del mare e alle tipicità alimentari cucinate in piazza nella migliore tradizione di un antico borgo marinaro. Iniziativa suggestiva specialmente per i turisti che visitano Riposto e potranno gustare le ghiottonerie culinarie del territorio: dal pesce alle bruschette, tutto esaltato dal vino siciliano. Ad incorniciare le serate enogastronomiche tante iniziative culturali legate al mare, esibizioni sportive e la buona musica da ascoltare sotto le stelle di Sicilia con il grande evento previsto per sabato 25 con la quinta edizione della giornata del folk e del carretto siciliano che, dopo lo straripante successo del 2011, avrà la Festa del pesce come cornice dello spettacolo finale dei gruppi folkloristici provenienti da tutta la Sicilia:da segnalare infine il gran concerto di chiusura della Festa affidato alla verve degli effervescenti Brigantini che si esibiranno domenica 26 agosto.

Domenica August 26, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Mostra del Libro Antico in Castiglione di Sicilia
Recattito del mero e misto imperio- memoria storica 1616
per info: recattito.blogspot.com

Inizio:24/08/2012
Fine:26/08/2012

A Riposto(CT), dal 24 al 26 Agosto, nella suggestiva cornice del lungoporto, tredicesima edizione della “Festa del pesce” con degustazione di pesce azzurro locale. Tre giorni dedicati ai sapori del mare e alle tipicità alimentari cucinate in piazza nella migliore tradizione di un antico borgo marinaro. Iniziativa suggestiva specialmente per i turisti che visitano Riposto e potranno gustare le ghiottonerie culinarie del territorio: dal pesce alle bruschette, tutto esaltato dal vino siciliano. Ad incorniciare le serate enogastronomiche tante iniziative culturali legate al mare, esibizioni sportive e la buona musica da ascoltare sotto le stelle di Sicilia con il grande evento previsto per sabato 25 con la quinta edizione della giornata del folk e del carretto siciliano che, dopo lo straripante successo del 2011, avrà la Festa del pesce come cornice dello spettacolo finale dei gruppi folkloristici provenienti da tutta la Sicilia:da segnalare infine il gran concerto di chiusura della Festa affidato alla verve degli effervescenti Brigantini che si esibiranno domenica 26 agosto.

Lunedì August 27, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Mostra del Libro Antico in Castiglione di Sicilia
Recattito del mero e misto imperio- memoria storica 1616
per info: recattito.blogspot.com

Martedì August 28, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Mostra del Libro Antico in Castiglione di Sicilia
Recattito del mero e misto imperio- memoria storica 1616
per info: recattito.blogspot.com

Mercoledì August 29, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Inizio:09/08/2012 16:00
Fine:29/08/2012 23:00

Mostra del Libro Antico in Castiglione di Sicilia
Recattito del mero e misto imperio- memoria storica 1616
per info: recattito.blogspot.com

Giovedì August 30, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Venerdì August 31, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Sabato September 01, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Inizio:01/09/2012 16:00

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.

Domenica September 02, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.

Lunedì September 03, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.

Martedì September 04, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.

Mercoledì September 05, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.

Giovedì September 06, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.

Venerdì September 07, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.

Sabato September 08, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.