Feste ed eventi

Seleziona una categoria specifica
Venerdì August 24, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Mostra del Libro Antico in Castiglione di Sicilia
Recattito del mero e misto imperio- memoria storica 1616
per info: recattito.blogspot.com

Inizio:24/08/2012

A Riposto(CT), dal 24 al 26 Agosto, nella suggestiva cornice del lungoporto, tredicesima edizione della “Festa del pesce” con degustazione di pesce azzurro locale. Tre giorni dedicati ai sapori del mare e alle tipicità alimentari cucinate in piazza nella migliore tradizione di un antico borgo marinaro. Iniziativa suggestiva specialmente per i turisti che visitano Riposto e potranno gustare le ghiottonerie culinarie del territorio: dal pesce alle bruschette, tutto esaltato dal vino siciliano. Ad incorniciare le serate enogastronomiche tante iniziative culturali legate al mare, esibizioni sportive e la buona musica da ascoltare sotto le stelle di Sicilia con il grande evento previsto per sabato 25 con la quinta edizione della giornata del folk e del carretto siciliano che, dopo lo straripante successo del 2011, avrà la Festa del pesce come cornice dello spettacolo finale dei gruppi folkloristici provenienti da tutta la Sicilia:da segnalare infine il gran concerto di chiusura della Festa affidato alla verve degli effervescenti Brigantini che si esibiranno domenica 26 agosto.

Sabato August 25, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Mostra del Libro Antico in Castiglione di Sicilia
Recattito del mero e misto imperio- memoria storica 1616
per info: recattito.blogspot.com

A Riposto(CT), dal 24 al 26 Agosto, nella suggestiva cornice del lungoporto, tredicesima edizione della “Festa del pesce” con degustazione di pesce azzurro locale. Tre giorni dedicati ai sapori del mare e alle tipicità alimentari cucinate in piazza nella migliore tradizione di un antico borgo marinaro. Iniziativa suggestiva specialmente per i turisti che visitano Riposto e potranno gustare le ghiottonerie culinarie del territorio: dal pesce alle bruschette, tutto esaltato dal vino siciliano. Ad incorniciare le serate enogastronomiche tante iniziative culturali legate al mare, esibizioni sportive e la buona musica da ascoltare sotto le stelle di Sicilia con il grande evento previsto per sabato 25 con la quinta edizione della giornata del folk e del carretto siciliano che, dopo lo straripante successo del 2011, avrà la Festa del pesce come cornice dello spettacolo finale dei gruppi folkloristici provenienti da tutta la Sicilia:da segnalare infine il gran concerto di chiusura della Festa affidato alla verve degli effervescenti Brigantini che si esibiranno domenica 26 agosto.

Domenica August 26, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Mostra del Libro Antico in Castiglione di Sicilia
Recattito del mero e misto imperio- memoria storica 1616
per info: recattito.blogspot.com

Inizio:24/08/2012
Fine:26/08/2012

A Riposto(CT), dal 24 al 26 Agosto, nella suggestiva cornice del lungoporto, tredicesima edizione della “Festa del pesce” con degustazione di pesce azzurro locale. Tre giorni dedicati ai sapori del mare e alle tipicità alimentari cucinate in piazza nella migliore tradizione di un antico borgo marinaro. Iniziativa suggestiva specialmente per i turisti che visitano Riposto e potranno gustare le ghiottonerie culinarie del territorio: dal pesce alle bruschette, tutto esaltato dal vino siciliano. Ad incorniciare le serate enogastronomiche tante iniziative culturali legate al mare, esibizioni sportive e la buona musica da ascoltare sotto le stelle di Sicilia con il grande evento previsto per sabato 25 con la quinta edizione della giornata del folk e del carretto siciliano che, dopo lo straripante successo del 2011, avrà la Festa del pesce come cornice dello spettacolo finale dei gruppi folkloristici provenienti da tutta la Sicilia:da segnalare infine il gran concerto di chiusura della Festa affidato alla verve degli effervescenti Brigantini che si esibiranno domenica 26 agosto.

Lunedì August 27, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Mostra del Libro Antico in Castiglione di Sicilia
Recattito del mero e misto imperio- memoria storica 1616
per info: recattito.blogspot.com

Martedì August 28, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Mostra del Libro Antico in Castiglione di Sicilia
Recattito del mero e misto imperio- memoria storica 1616
per info: recattito.blogspot.com

Mercoledì August 29, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Inizio:09/08/2012 16:00
Fine:29/08/2012 23:00

Mostra del Libro Antico in Castiglione di Sicilia
Recattito del mero e misto imperio- memoria storica 1616
per info: recattito.blogspot.com

Giovedì August 30, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Venerdì August 31, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Sabato September 01, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Inizio:01/09/2012 16:00

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.

Domenica September 02, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.

Lunedì September 03, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.

Martedì September 04, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.

Mercoledì September 05, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.

Giovedì September 06, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.

Venerdì September 07, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.

Sabato September 08, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.

Domenica September 09, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.

Lunedì September 10, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.

Martedì September 11, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.

Mercoledì September 12, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.

Giovedì September 13, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.

Venerdì September 14, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.

Sabato September 15, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.

Domenica September 16, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.

Inizio:16/09/2012 17:00

Modica (RG) - Domenica 16 settembre alle ore 17.00 a Palazzo Grimaldi (Corso Umberto I, 106) sarà inaugurata la mostra d'arte "Tra segno e colore" di Vincenzo Castellana.
Vincenzo Castellana (Salemi, 1988) è un promettente designer, fumettista e illustratore, formatosi nella Scuola del fumetto di Palermo, dove ha conseguito la specializzazione in Grafica digitale. Ma è anche un artista, per la raffinata visione coloristica e pittorica con cui re-interpreta l'arte grafica e il mondo dei fumetti.

«Vincenzo Castellana – scrive Enza Giurdanella nella didascalia pubblicata sulla brochure della mostra - anche con pochi tratti riesce a cogliere l'essenza di ciò che vuole rappresentare e questo può essere considerato un dono attraverso cui dar voce a una forma espressiva intenta a trasmettere emozioni. La sua abilità nell'imprigionare il colore tra segni grafici tende a volgerlo verso nuove prospettive, sviluppando così idee originali».
L'artista esporrà trenta tavole realizzate con tecniche digitali tra il 2009 e il 2012. Le opere guardano con ironia al mondo del fumetto e dei cartoni animati, ma occhieggiano alla Pop art e all'arte di strada. Il rigore compositivo dell'immagine, le inquadrature, la scelta del colore e delle tonalità concorrono a esprimere equilibrio estetico tra il segno e il colore.
La mostra, aperta fino al 30 settembre, potrà essere visitata tutti i giorni – escluso il lunedì – dalle ore 16.00 alle 20.00.

Lunedì September 17, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.

Modica (RG) - Domenica 16 settembre alle ore 17.00 a Palazzo Grimaldi (Corso Umberto I, 106) sarà inaugurata la mostra d'arte "Tra segno e colore" di Vincenzo Castellana.
Vincenzo Castellana (Salemi, 1988) è un promettente designer, fumettista e illustratore, formatosi nella Scuola del fumetto di Palermo, dove ha conseguito la specializzazione in Grafica digitale. Ma è anche un artista, per la raffinata visione coloristica e pittorica con cui re-interpreta l'arte grafica e il mondo dei fumetti.

«Vincenzo Castellana – scrive Enza Giurdanella nella didascalia pubblicata sulla brochure della mostra - anche con pochi tratti riesce a cogliere l'essenza di ciò che vuole rappresentare e questo può essere considerato un dono attraverso cui dar voce a una forma espressiva intenta a trasmettere emozioni. La sua abilità nell'imprigionare il colore tra segni grafici tende a volgerlo verso nuove prospettive, sviluppando così idee originali».
L'artista esporrà trenta tavole realizzate con tecniche digitali tra il 2009 e il 2012. Le opere guardano con ironia al mondo del fumetto e dei cartoni animati, ma occhieggiano alla Pop art e all'arte di strada. Il rigore compositivo dell'immagine, le inquadrature, la scelta del colore e delle tonalità concorrono a esprimere equilibrio estetico tra il segno e il colore.
La mostra, aperta fino al 30 settembre, potrà essere visitata tutti i giorni – escluso il lunedì – dalle ore 16.00 alle 20.00.

Martedì September 18, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.

Modica (RG) - Domenica 16 settembre alle ore 17.00 a Palazzo Grimaldi (Corso Umberto I, 106) sarà inaugurata la mostra d'arte "Tra segno e colore" di Vincenzo Castellana.
Vincenzo Castellana (Salemi, 1988) è un promettente designer, fumettista e illustratore, formatosi nella Scuola del fumetto di Palermo, dove ha conseguito la specializzazione in Grafica digitale. Ma è anche un artista, per la raffinata visione coloristica e pittorica con cui re-interpreta l'arte grafica e il mondo dei fumetti.

«Vincenzo Castellana – scrive Enza Giurdanella nella didascalia pubblicata sulla brochure della mostra - anche con pochi tratti riesce a cogliere l'essenza di ciò che vuole rappresentare e questo può essere considerato un dono attraverso cui dar voce a una forma espressiva intenta a trasmettere emozioni. La sua abilità nell'imprigionare il colore tra segni grafici tende a volgerlo verso nuove prospettive, sviluppando così idee originali».
L'artista esporrà trenta tavole realizzate con tecniche digitali tra il 2009 e il 2012. Le opere guardano con ironia al mondo del fumetto e dei cartoni animati, ma occhieggiano alla Pop art e all'arte di strada. Il rigore compositivo dell'immagine, le inquadrature, la scelta del colore e delle tonalità concorrono a esprimere equilibrio estetico tra il segno e il colore.
La mostra, aperta fino al 30 settembre, potrà essere visitata tutti i giorni – escluso il lunedì – dalle ore 16.00 alle 20.00.

Mercoledì September 19, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.

Modica (RG) - Domenica 16 settembre alle ore 17.00 a Palazzo Grimaldi (Corso Umberto I, 106) sarà inaugurata la mostra d'arte "Tra segno e colore" di Vincenzo Castellana.
Vincenzo Castellana (Salemi, 1988) è un promettente designer, fumettista e illustratore, formatosi nella Scuola del fumetto di Palermo, dove ha conseguito la specializzazione in Grafica digitale. Ma è anche un artista, per la raffinata visione coloristica e pittorica con cui re-interpreta l'arte grafica e il mondo dei fumetti.

«Vincenzo Castellana – scrive Enza Giurdanella nella didascalia pubblicata sulla brochure della mostra - anche con pochi tratti riesce a cogliere l'essenza di ciò che vuole rappresentare e questo può essere considerato un dono attraverso cui dar voce a una forma espressiva intenta a trasmettere emozioni. La sua abilità nell'imprigionare il colore tra segni grafici tende a volgerlo verso nuove prospettive, sviluppando così idee originali».
L'artista esporrà trenta tavole realizzate con tecniche digitali tra il 2009 e il 2012. Le opere guardano con ironia al mondo del fumetto e dei cartoni animati, ma occhieggiano alla Pop art e all'arte di strada. Il rigore compositivo dell'immagine, le inquadrature, la scelta del colore e delle tonalità concorrono a esprimere equilibrio estetico tra il segno e il colore.
La mostra, aperta fino al 30 settembre, potrà essere visitata tutti i giorni – escluso il lunedì – dalle ore 16.00 alle 20.00.

Giovedì September 20, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.

Modica (RG) - Domenica 16 settembre alle ore 17.00 a Palazzo Grimaldi (Corso Umberto I, 106) sarà inaugurata la mostra d'arte "Tra segno e colore" di Vincenzo Castellana.
Vincenzo Castellana (Salemi, 1988) è un promettente designer, fumettista e illustratore, formatosi nella Scuola del fumetto di Palermo, dove ha conseguito la specializzazione in Grafica digitale. Ma è anche un artista, per la raffinata visione coloristica e pittorica con cui re-interpreta l'arte grafica e il mondo dei fumetti.

«Vincenzo Castellana – scrive Enza Giurdanella nella didascalia pubblicata sulla brochure della mostra - anche con pochi tratti riesce a cogliere l'essenza di ciò che vuole rappresentare e questo può essere considerato un dono attraverso cui dar voce a una forma espressiva intenta a trasmettere emozioni. La sua abilità nell'imprigionare il colore tra segni grafici tende a volgerlo verso nuove prospettive, sviluppando così idee originali».
L'artista esporrà trenta tavole realizzate con tecniche digitali tra il 2009 e il 2012. Le opere guardano con ironia al mondo del fumetto e dei cartoni animati, ma occhieggiano alla Pop art e all'arte di strada. Il rigore compositivo dell'immagine, le inquadrature, la scelta del colore e delle tonalità concorrono a esprimere equilibrio estetico tra il segno e il colore.
La mostra, aperta fino al 30 settembre, potrà essere visitata tutti i giorni – escluso il lunedì – dalle ore 16.00 alle 20.00.

Inizio:20/09/2012 11:00

Ragusa - La Filcams (Federazione italiana lavoratori di commercio, turismo e servizi) - Cgil sceglie Ragusa per la prima edizione della Festa regionale del tesseramento. Da giovedì 20 a sabato 22 settembre, infatti, l'amena cornice dei Giardini iblei a Ragusa Ibla ospiterà "Diritti in festa", tre giorni dedicati a dibattiti, workshop, stand gastronomici, mostre, musica e spettacoli, con la presenza - tra gli altri - del segretario nazionale della Filcams Franco Martini.
La festa del tesseramento, ha spiegato Monica Genovese segretario regionale Filcams, in una nota - vuol essere, pur in una fase di crisi drammatica per il terziario come quella che il Paese sta attraversando, « una risposta d'urto a tutto quello che abbiamo di fronte per affermare il valore del lavoro, la forza dei diritti - quelli di sempre e quelli appena conquistati, insieme all'importanza sociale del sindacato». E soprattutto vogliamo riaffermare il senso di una comunità solidale e interculturale che solo un grande sindacato come la Cgil può esprimere».

Venerdì September 21, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.

Modica (RG) - Domenica 16 settembre alle ore 17.00 a Palazzo Grimaldi (Corso Umberto I, 106) sarà inaugurata la mostra d'arte "Tra segno e colore" di Vincenzo Castellana.
Vincenzo Castellana (Salemi, 1988) è un promettente designer, fumettista e illustratore, formatosi nella Scuola del fumetto di Palermo, dove ha conseguito la specializzazione in Grafica digitale. Ma è anche un artista, per la raffinata visione coloristica e pittorica con cui re-interpreta l'arte grafica e il mondo dei fumetti.

«Vincenzo Castellana – scrive Enza Giurdanella nella didascalia pubblicata sulla brochure della mostra - anche con pochi tratti riesce a cogliere l'essenza di ciò che vuole rappresentare e questo può essere considerato un dono attraverso cui dar voce a una forma espressiva intenta a trasmettere emozioni. La sua abilità nell'imprigionare il colore tra segni grafici tende a volgerlo verso nuove prospettive, sviluppando così idee originali».
L'artista esporrà trenta tavole realizzate con tecniche digitali tra il 2009 e il 2012. Le opere guardano con ironia al mondo del fumetto e dei cartoni animati, ma occhieggiano alla Pop art e all'arte di strada. Il rigore compositivo dell'immagine, le inquadrature, la scelta del colore e delle tonalità concorrono a esprimere equilibrio estetico tra il segno e il colore.
La mostra, aperta fino al 30 settembre, potrà essere visitata tutti i giorni – escluso il lunedì – dalle ore 16.00 alle 20.00.

Ragusa - La Filcams (Federazione italiana lavoratori di commercio, turismo e servizi) - Cgil sceglie Ragusa per la prima edizione della Festa regionale del tesseramento. Da giovedì 20 a sabato 22 settembre, infatti, l'amena cornice dei Giardini iblei a Ragusa Ibla ospiterà "Diritti in festa", tre giorni dedicati a dibattiti, workshop, stand gastronomici, mostre, musica e spettacoli, con la presenza - tra gli altri - del segretario nazionale della Filcams Franco Martini.
La festa del tesseramento, ha spiegato Monica Genovese segretario regionale Filcams, in una nota - vuol essere, pur in una fase di crisi drammatica per il terziario come quella che il Paese sta attraversando, « una risposta d'urto a tutto quello che abbiamo di fronte per affermare il valore del lavoro, la forza dei diritti - quelli di sempre e quelli appena conquistati, insieme all'importanza sociale del sindacato». E soprattutto vogliamo riaffermare il senso di una comunità solidale e interculturale che solo un grande sindacato come la Cgil può esprimere».

Inizio:21/09/2012 22:00

Dal 21 al 23 settembre, Lungomare Schisò 1 – Giardini Naxos (Me)
ARRIVEDERCI ESTATE: TRA CONCERTI LIVE E RISATE, FINALE “CON IL BOTTO”
Tre serate di intrattenimento organizzate da Vaccalluzzo Events e Lido di Naxos

NAXOS – Basterà guardare in cielo, ascoltare le celebri parole “Qui dove il mare luccica”, e la magia è fatta: da venerdì 21 a domenica 23 settembre, la splendida Baia di Naxos farà da cornice alla suggestiva atmosfera di fine estate, ospitando una “maratona” di puro divertimento e spettacolo, resa possibile dall’unicità della location che ospita il Lido di Naxos e dalla “spettacolare” maestria di Alfredo Vaccalluzzo.

Se la prima delle tre serate comincerà, infatti, esaudendo il desiderio di Lucio Dalla di vedere in cielo - tra i colori e le coreografie dei fuochi piromusicali - le note del suo “Caruso”, da sabato sera si cambia registro con la verve e le sonorità rigorosamente live dei migliori talenti isolani del momento: per i pochi che ancora non si sono fatti trascinare dal loro ritmo, sulla spiaggia del Lido di Naxos suoneranno i “Merce Fresca”, band composta da sette giovani musicisti del Nisseno - voce, batteria, tastiere, chitarra, basso sax e tromba - che vantano già svariate presenze in diversi programmi tv e collaborazioni musicali eccellenti. Ciò che li caratterizza è un’allegra armonia di suoni e ritmi, ispirata ai racconti orali della tradizione siciliana, che toccando differenti generi musicali - dal rock steady al soul, dal reggae all’hip-hop, dal funk allo swing, passando per lo ska, l’R&B e il blues – riesce a coinvolgere davvero tutti. “Online” è il titolo del singolo, prodotto dall’etichetta Mhodì di Catania, che gira su tutte le radio e le piattaforme digitali, dopo una stagione intensa dei concerti itineranti “Freschi’n’Tour”. Sarà ancora l’amore per l’Isola la cifra stilistica che introdurrà i “Ciauda”, i “Giufà” e la “Mimì Sterrantino band”, special guest Daniel Zappa, coinvolti nel progetto Nati a Sud, già presente in molte serate di successo, che nasce con l’intento di creare scambio e integrazione tra artisti siciliani per la loro valorizzazione: la loro è una commistione di world music con venature pop e folk mediterraneo, i testi dei brani sono viaggi e contenitori, intrisi di sentimenti e metafore sull’esperienza della vita.

Non c’è festa senza risate, grazie all’esilarante comicità “made in Sicily” del quartetto “Comicamente Insieme”, capitanato da Salvo La Rosa con Litterio, Toti e Totino, sul palco venerdì 21. La conclusione sarà affidata allo show ispirato alle note dei più celebri artisti di tutti i tempi: da Pavarotti, Frank Sinatra, al nostro Domenico Modugno. Puntuali alla mezzanotte di ogni sera, risplenderanno in cielo “a suon di musica” gli spettacoli offerti da Vaccalluzzo Events, che saluteranno a modo loro l’estate, dando il benvenuto alla nuova stagione.

Ultima serata, domenica, dedicata all’open stage con band locali emergenti, in un crescendo di sonorità che chiuderà con la perfomance del gruppo “I Samarcanda” presenti nella scena musicale siciliana da più di vent'anni, spaziando con un repertorio nazionale ed internazionale. Gran finale riservato alla spettacolarità regalata da Vaccalluzzo Events. Per chi sente già la nostalgia della bella stagione, weekend con grigliate, dj set e colazione all’alba.
Info > http://www.facebook.com/events/415473581846482/

Inizio:21/09/2012 22:00

Dal 21 al 23 settembre, evento targato Lido di Naxos e Vaccalluzzo
“L’ESTATE STA FINENDO…” MA LA FESTA CONTINUA
Tre giorni di live, cabaret e spettacoli piromusicali, con un omaggio a Lucio Dalla

NAXOS - Prime piogge, giornate più corte e brezza d’autunno, sembra quasi di sentire il celebre ritornello “L’estate sta finendo”, perché il 21 settembre è ormai alle porte, pronto a fare da traghettatore verso una nuova stagione tutta da vivere. Per dare l’arrivederci alle calde e piacevoli giornate estive, c’è un mega evento, destinato a diventare un appuntamento fisso per i siciliani e non, la “Festa di fine estate”: un mix di musica e spettacolo che vede insieme una delle location più suggestive della baia di Naxos (il Lido di Naxos) e l’emozionante unicità degli spettacoli pirotecnici firmati da Vaccalluzzo Eventi. Save the date fissato per il prossimo weekend: venerdì 21, sabato 22 e domenica 23 settembre gli oltre 13.000 metri quadrati di spiaggia, che hanno come sfondo la splendida Taormina, accoglieranno tre giorni di live, cabaret e fuochi d’artificio che, ogni sera allo scoccare della mezzanotte, risplenderanno in cielo “a suon di musica”.

Le emozioni non si faranno attendere, perché proprio venerdì 21 settembre Vaccalluzzo proporrà uno show piromusicale, mai realizzato prima, dedicato ai grandi nomi della musica italiana, sulle note di “Nessun Dorma” di Luciano Pavarotti, “My Way” nella versione del tenore insieme a Sinatra, “Nel blu dipinto di blu” di Modugno e con il gran finale di “Caruso” di Lucio Dalla. Un omaggio che racconta la storia di un’amicizia, quella tra il catanese Alfredo Vaccalluzzo e il cantautore bolognese, che durante un’intervista radiofonica ha espresso un desiderio: montare uno spettacolo di fuochi su uno dei suoi più celebri brani. A poco più di sei mesi dalla scomparsa di Dalla, Vaccalluzzo ha deciso di realizzarlo, mostrandolo per la prima volta durante la “Festa di fine estate”: musica e fuochi artificiali danzeranno in armonia per diventare un’unica forma d’arte. Una serie di artifici di piccolo, medio e grosso calibro si animeranno in perfetto sincrono con la musica, disegnando il cielo con un’armonia dalle multiformi cromie, permettendo di raggiungere un livello tecnico-artistico di alta levatura.

A fare da apripista per il weekend di eventi sarà il cabaret di “Comicamente Insieme” (start ore 22.00): il nuovo spettacolo del quartetto televisivo capitanato da Salvo La Rosa, con Litterio, Toti e Totino. Giusto il tempo di riprendere fiato e sabato sarà festa in spiaggia fino all’alba con birra, grigliata, fuochi d’artificio, dj set e i live musicali della Mimì Sterrantino band, Ciaudà & special guest Pippo Barrile (ex Kunsertu) e Daniel Zappa, e i“Merce Fresca”, band in grande ascesa proveniente dalla provincia di Caltanissetta, con 7 elementi. A mezzanotte tutti con il naso in su per lasciarsi affascinare dai fuochi pirotecnici montati su grandi colonne sonore dello scenario rock, seguiti da balli e divertimento fino alle prime luci del giorno.
Chiusura dedicata ai giovani talenti nostrani, quella di domenica 23, quando sul palco allestito al Lido di Naxos verrà dato spazio alle band siciliane emergenti in un crescendo musicale che si concluderà con la perfomance del gruppo “I Samarcanda” e l’immancabile appuntamento con il gran finale firmato Vaccalluzzo.

Inizio:21/09/2012 22:00

Da ieri e fino a domani 23 settembre, Lungomare Schisò 1 – Giardini Naxos (Me)

ARRIVEDERCI ESTATE: IL CIELO S'ILLUMINA SULLE NOTE DI LUCIO DALLA

La scommessa del Lido di Naxos e Vaccalluzzo Events per la loro Sicilia

NAXOS – Due grandi attrazioni del territorio e un unico obiettivo: valorizzare la Sicilia, puntare sul vasto patrimonio paesaggistico, turistico e sulle tradizioni, che da secoli ne fanno oggetto di ammirazione. «Partire e ripartire dalla nostra terra, dal suo potenziale, da quella sicilianità che è il mood che ci rappresenta, soprattutto nel nostro lavoro, anche quando siamo in giro per il mondo».

Questa la scommessa dei due imprenditori Alfredo Vaccalluzzo e Giovanni Cacciola, rispettivamente alla guida di due veri e propri poli di attrazione dell’Isola: il primo, per la magistrale spettacolarità che in ogni singolo evento lascia a bocca aperta migliaia e migliaia di persone; il secondo per essere riuscito a offrire ai siciliani e non, una location unica, per fascino e suggestione, a tutte le ore del giorno e della notte sullo sfondo della splendida Baia di Naxos.

Hanno voluto avviare la loro sinergia con la grande “Festa di fine estate”, che da ieri e fino a domani (domenica 23), accoglierà tutti coloro che vorranno salutare la bella stagione senza troppa nostalgia, a ritmo di musica e con i colori dei fuochi piromusicali che, allo scoccare della mezzanotte, riempiranno il cielo di Naxos, come solo Vaccalluzzo Events sa fare da decenni.

Come tutte le prime serate, anche quella di ieri è stata speciale perché, dopo l’intrattenimento “made in Sicily” offerto da Toti&Totino, Litterio guidati dal mattatore tv Salvo La Rosa, il cielo di mezzanotte si è illuminato sulle note della celebre “Caruso” di Dalla, «un omaggio ma anche una promessa che avevo fatto al mio caro amico Lucio – ha commentato Alfredo Vaccalluzzo – a cui mi legava grande affetto e stima. Era in cantiere il progetto di realizzare insieme lo spettacolo piromusicale sulle note di un concerto live, ho deciso di realizzarlo comunque e salutarlo così».

Weekend con grigliate, dj set e colazione all’alba: stasera (sabato 22) a partire dalle ore 21.00 sul palco del Lido di Naxos suoneranno i 7 musicisti dei “Merce Fresca” prodotti dall’etichetta catanese Mhodì; i “Ciauda”, i “Giufà” e la “Mimì Sterrantino band”, special guest Daniel Zappa, coinvolti nel progetto Nati a Sud, con l’intento di creare scambio e integrazione tra artisti siciliani per la loro valorizzazione.

Gran finale domani domenica 23 (dalle ore 18.00) dedicata all’open stage con band locali emergenti, che accompagneranno la conclusione affidata al gruppo “I Samarcanda” e all’attesissimo show piromusicale di Vaccalluzzo Events.

Info > http://www.facebook.com/events/415473581846482/

Sabato September 22, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.

Modica (RG) - Domenica 16 settembre alle ore 17.00 a Palazzo Grimaldi (Corso Umberto I, 106) sarà inaugurata la mostra d'arte "Tra segno e colore" di Vincenzo Castellana.
Vincenzo Castellana (Salemi, 1988) è un promettente designer, fumettista e illustratore, formatosi nella Scuola del fumetto di Palermo, dove ha conseguito la specializzazione in Grafica digitale. Ma è anche un artista, per la raffinata visione coloristica e pittorica con cui re-interpreta l'arte grafica e il mondo dei fumetti.

«Vincenzo Castellana – scrive Enza Giurdanella nella didascalia pubblicata sulla brochure della mostra - anche con pochi tratti riesce a cogliere l'essenza di ciò che vuole rappresentare e questo può essere considerato un dono attraverso cui dar voce a una forma espressiva intenta a trasmettere emozioni. La sua abilità nell'imprigionare il colore tra segni grafici tende a volgerlo verso nuove prospettive, sviluppando così idee originali».
L'artista esporrà trenta tavole realizzate con tecniche digitali tra il 2009 e il 2012. Le opere guardano con ironia al mondo del fumetto e dei cartoni animati, ma occhieggiano alla Pop art e all'arte di strada. Il rigore compositivo dell'immagine, le inquadrature, la scelta del colore e delle tonalità concorrono a esprimere equilibrio estetico tra il segno e il colore.
La mostra, aperta fino al 30 settembre, potrà essere visitata tutti i giorni – escluso il lunedì – dalle ore 16.00 alle 20.00.

Inizio:20/09/2012 11:00
Fine:22/09/2012 23:00

Ragusa - La Filcams (Federazione italiana lavoratori di commercio, turismo e servizi) - Cgil sceglie Ragusa per la prima edizione della Festa regionale del tesseramento. Da giovedì 20 a sabato 22 settembre, infatti, l'amena cornice dei Giardini iblei a Ragusa Ibla ospiterà "Diritti in festa", tre giorni dedicati a dibattiti, workshop, stand gastronomici, mostre, musica e spettacoli, con la presenza - tra gli altri - del segretario nazionale della Filcams Franco Martini.
La festa del tesseramento, ha spiegato Monica Genovese segretario regionale Filcams, in una nota - vuol essere, pur in una fase di crisi drammatica per il terziario come quella che il Paese sta attraversando, « una risposta d'urto a tutto quello che abbiamo di fronte per affermare il valore del lavoro, la forza dei diritti - quelli di sempre e quelli appena conquistati, insieme all'importanza sociale del sindacato». E soprattutto vogliamo riaffermare il senso di una comunità solidale e interculturale che solo un grande sindacato come la Cgil può esprimere».

Dal 21 al 23 settembre, evento targato Lido di Naxos e Vaccalluzzo
“L’ESTATE STA FINENDO…” MA LA FESTA CONTINUA
Tre giorni di live, cabaret e spettacoli piromusicali, con un omaggio a Lucio Dalla

NAXOS - Prime piogge, giornate più corte e brezza d’autunno, sembra quasi di sentire il celebre ritornello “L’estate sta finendo”, perché il 21 settembre è ormai alle porte, pronto a fare da traghettatore verso una nuova stagione tutta da vivere. Per dare l’arrivederci alle calde e piacevoli giornate estive, c’è un mega evento, destinato a diventare un appuntamento fisso per i siciliani e non, la “Festa di fine estate”: un mix di musica e spettacolo che vede insieme una delle location più suggestive della baia di Naxos (il Lido di Naxos) e l’emozionante unicità degli spettacoli pirotecnici firmati da Vaccalluzzo Eventi. Save the date fissato per il prossimo weekend: venerdì 21, sabato 22 e domenica 23 settembre gli oltre 13.000 metri quadrati di spiaggia, che hanno come sfondo la splendida Taormina, accoglieranno tre giorni di live, cabaret e fuochi d’artificio che, ogni sera allo scoccare della mezzanotte, risplenderanno in cielo “a suon di musica”.

Le emozioni non si faranno attendere, perché proprio venerdì 21 settembre Vaccalluzzo proporrà uno show piromusicale, mai realizzato prima, dedicato ai grandi nomi della musica italiana, sulle note di “Nessun Dorma” di Luciano Pavarotti, “My Way” nella versione del tenore insieme a Sinatra, “Nel blu dipinto di blu” di Modugno e con il gran finale di “Caruso” di Lucio Dalla. Un omaggio che racconta la storia di un’amicizia, quella tra il catanese Alfredo Vaccalluzzo e il cantautore bolognese, che durante un’intervista radiofonica ha espresso un desiderio: montare uno spettacolo di fuochi su uno dei suoi più celebri brani. A poco più di sei mesi dalla scomparsa di Dalla, Vaccalluzzo ha deciso di realizzarlo, mostrandolo per la prima volta durante la “Festa di fine estate”: musica e fuochi artificiali danzeranno in armonia per diventare un’unica forma d’arte. Una serie di artifici di piccolo, medio e grosso calibro si animeranno in perfetto sincrono con la musica, disegnando il cielo con un’armonia dalle multiformi cromie, permettendo di raggiungere un livello tecnico-artistico di alta levatura.

A fare da apripista per il weekend di eventi sarà il cabaret di “Comicamente Insieme” (start ore 22.00): il nuovo spettacolo del quartetto televisivo capitanato da Salvo La Rosa, con Litterio, Toti e Totino. Giusto il tempo di riprendere fiato e sabato sarà festa in spiaggia fino all’alba con birra, grigliata, fuochi d’artificio, dj set e i live musicali della Mimì Sterrantino band, Ciaudà & special guest Pippo Barrile (ex Kunsertu) e Daniel Zappa, e i“Merce Fresca”, band in grande ascesa proveniente dalla provincia di Caltanissetta, con 7 elementi. A mezzanotte tutti con il naso in su per lasciarsi affascinare dai fuochi pirotecnici montati su grandi colonne sonore dello scenario rock, seguiti da balli e divertimento fino alle prime luci del giorno.
Chiusura dedicata ai giovani talenti nostrani, quella di domenica 23, quando sul palco allestito al Lido di Naxos verrà dato spazio alle band siciliane emergenti in un crescendo musicale che si concluderà con la perfomance del gruppo “I Samarcanda” e l’immancabile appuntamento con il gran finale firmato Vaccalluzzo.

Da ieri e fino a domani 23 settembre, Lungomare Schisò 1 – Giardini Naxos (Me)

ARRIVEDERCI ESTATE: IL CIELO S'ILLUMINA SULLE NOTE DI LUCIO DALLA

La scommessa del Lido di Naxos e Vaccalluzzo Events per la loro Sicilia

NAXOS – Due grandi attrazioni del territorio e un unico obiettivo: valorizzare la Sicilia, puntare sul vasto patrimonio paesaggistico, turistico e sulle tradizioni, che da secoli ne fanno oggetto di ammirazione. «Partire e ripartire dalla nostra terra, dal suo potenziale, da quella sicilianità che è il mood che ci rappresenta, soprattutto nel nostro lavoro, anche quando siamo in giro per il mondo».

Questa la scommessa dei due imprenditori Alfredo Vaccalluzzo e Giovanni Cacciola, rispettivamente alla guida di due veri e propri poli di attrazione dell’Isola: il primo, per la magistrale spettacolarità che in ogni singolo evento lascia a bocca aperta migliaia e migliaia di persone; il secondo per essere riuscito a offrire ai siciliani e non, una location unica, per fascino e suggestione, a tutte le ore del giorno e della notte sullo sfondo della splendida Baia di Naxos.

Hanno voluto avviare la loro sinergia con la grande “Festa di fine estate”, che da ieri e fino a domani (domenica 23), accoglierà tutti coloro che vorranno salutare la bella stagione senza troppa nostalgia, a ritmo di musica e con i colori dei fuochi piromusicali che, allo scoccare della mezzanotte, riempiranno il cielo di Naxos, come solo Vaccalluzzo Events sa fare da decenni.

Come tutte le prime serate, anche quella di ieri è stata speciale perché, dopo l’intrattenimento “made in Sicily” offerto da Toti&Totino, Litterio guidati dal mattatore tv Salvo La Rosa, il cielo di mezzanotte si è illuminato sulle note della celebre “Caruso” di Dalla, «un omaggio ma anche una promessa che avevo fatto al mio caro amico Lucio – ha commentato Alfredo Vaccalluzzo – a cui mi legava grande affetto e stima. Era in cantiere il progetto di realizzare insieme lo spettacolo piromusicale sulle note di un concerto live, ho deciso di realizzarlo comunque e salutarlo così».

Weekend con grigliate, dj set e colazione all’alba: stasera (sabato 22) a partire dalle ore 21.00 sul palco del Lido di Naxos suoneranno i 7 musicisti dei “Merce Fresca” prodotti dall’etichetta catanese Mhodì; i “Ciauda”, i “Giufà” e la “Mimì Sterrantino band”, special guest Daniel Zappa, coinvolti nel progetto Nati a Sud, con l’intento di creare scambio e integrazione tra artisti siciliani per la loro valorizzazione.

Gran finale domani domenica 23 (dalle ore 18.00) dedicata all’open stage con band locali emergenti, che accompagneranno la conclusione affidata al gruppo “I Samarcanda” e all’attesissimo show piromusicale di Vaccalluzzo Events.

Info > http://www.facebook.com/events/415473581846482/

Domenica September 23, 2012

I cancelli dell’area archeologica di Eloro riaprono ai visitatori. L’avamposto siracusano, congiunto con la città madre tramite la Via Elorina, ritorna ad essere visitabile. Un sito affascinante che si affaccia sul mare, posto a tutela del vicino fiume Tellaro, anticamente “Eloro” da cui la città prese il nome. La cittadella fortificata era stata fondata da coloni corinzi nel VII secolo a.C., sulla direttrice della più tarda "via Elorina", che metteva in comunicazione le colonie greche di Siracusa, Kamarina e Gela. Eloro era posta a baluardo del triangolo sud del territorio siracusano, presidiando la via del sale.
All’interno del sito archeologico sono ben visibili lunghi tratti delle mura greche, le porte urbiche, alcuni quartieri della città, basamenti di templi greci e di basiliche bizantine, ed un interessante tratto della cavea del teatro greco sopravvissuto all’escavazione di un canale durante il ventennio.

Il 28 novembre 2010 a Santa Lucia del Mela (ME) si è concluso il 3° FESTIVAL DEL VINO MAMERTINO DOC E DEI PRODOTTI TIPICI. La Manifestazione organizzata dal Comune di Santa Lucia del Mela assieme alla Strada del Vino della Provincia di Messina, ha visto una notevole partecipazione di pubblico, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti del settore .
Sabato 27 presso nella sala convegni si è svolta una degustazione riservata a giornalisti, operatori de settore, assaggiatori, sommelier. Hanno partecipato giornalisti di varie testate provinciali ed esperti dell’ ONAV, AIS e FISAR, sono intervenuti l’Assessore Provinciale Agricoltura Rosaria Cusumano, il Sindaco del Comune di Santa Lucia del Mela Nino Campo e l’Assessore Santino Pandolfo. Il direttore della Strada Biagio Cacciola ha presentato l’idea dell’iniziativa con l’obiettivo di fare incontrare il mondo della produzione con giornalisti e professionisti. Sono state messe in degustazione dieci etichette di vino Mamertino presentate dai rappresentanti delle aziende: Antica Tindari, Daemone, Nonna Agnese, Cantine Grasso, Azienda agricola Vasari, Cantine Mimmo Paone; i vini sono stati accompagnati da assaggi di formaggio Maiorchino dell’azienda Mirabile e da salumi dell’azienda La Quercia.
Domenica 28 vi è statala visita guidata, al patrimonio storico-architettonico della città luciese con visita al Castello, alla cattedrale ed al centro storico, la visita si è conclusa nella cantina dell’Azienda Vasari. Hanno partecipato un nutrito gruppo di persone provenienti anche da fuori provincia.
Nel pomeriggio la manifestazione è proseguita nel Chiostro Convento del Sacro Cuore, con stands espositivi e degustazioni di vini DOC: Mamertino, Faro, Malvasia delle Lipari e di prodotti tipici corredati da stand di artigianato e da esposizione di quadri di pittori locali.
Comunicato stampa della Strada del Vino della Provincia di Messina (www.stradadelvinomessina.it) – tel. 090 9223119

Aperta al pubblico dal Marzo 2008 ,la Villa Romana del Tellaro, da oggi gode di un biglietto cumulativo con i musei di Siracusa , e in particolare :
• Area Archeologica della Neapolis, Orecchio di Dionisio e Teatro Greco e Villa Romana del Tellaro
• Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
• Galleria Regionale di Palazzo Bellomo Area Archeologica e Villa Romana del Tellaro
La Villa del Tellaro ricadente nel territorio di Noto, da cui dista solo pochi Km, a circa 3 Km a Ovest dell’antica città greca di Eloro. Per la valenza dei suoi mosaici la villa del Tellaro si affianca a quella di Piazza Armerina (EN) e a quella di Patti Marina (ME). Tutt’e tre i complessi architettonici risultano coevi. La Villa del Tellaro fu completamente distrutta da un disastroso incendio probabilmente nella seconda metà del V° sec. d.C. Nel sette - ottocento una masseria fu costruita sul sito della preesistente villa romana: oggi è il corpo architettonico settecentesco a racchiudere le pavimentazioni musive.
Presso il Centro di Archeologia Sperimentale adiacente la Villa Romana del Tellaro, l’Associazione Culturale “Escursioni Iblee”, ripropone laboratori didattici per scuole di ogni ordine e grado.
• Laboratorio di mosaico
• Laboratorio di ceramica
• Simulazione di uno scavo archeologico
• Visita alla capanna preistorica
• Dal grano al pane
• Dall'uva al vino.

Il centro si appoggia ad un’area attrezzata dove autobus ed automobili possono sostare gratuitamente,con un servizio bar,servizi igienici ed uno spazio attrezzato per pranzo a sacco o pranzi completi , su prenotazione.
Escursioni Iblee C.da Vaddeddi – Noto (SR) Per info e prenotazioni 338/9733084, www. villaromanadeltellaro.com

XIII Edizione Premio di Filosofia Viaggio a Siracusa

Laboratori didattici presso la Villa Romana del Tellaro
a Noto, dal 1 Settembre al 30 Giugno

PRESSO LA FATTORIA DIDATTICA VILLA ROMANA DEL TELLARO A NOTO, L'ASSOCIAZIONE 'CULTURALE ESCURSIONI IBLEE', RIPROPONE LABORATORI DIDATTICI PER SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. Organizzazione: Associazione Culturale Escursioni Iblee.

Modica (RG) - Domenica 16 settembre alle ore 17.00 a Palazzo Grimaldi (Corso Umberto I, 106) sarà inaugurata la mostra d'arte "Tra segno e colore" di Vincenzo Castellana.
Vincenzo Castellana (Salemi, 1988) è un promettente designer, fumettista e illustratore, formatosi nella Scuola del fumetto di Palermo, dove ha conseguito la specializzazione in Grafica digitale. Ma è anche un artista, per la raffinata visione coloristica e pittorica con cui re-interpreta l'arte grafica e il mondo dei fumetti.

«Vincenzo Castellana – scrive Enza Giurdanella nella didascalia pubblicata sulla brochure della mostra - anche con pochi tratti riesce a cogliere l'essenza di ciò che vuole rappresentare e questo può essere considerato un dono attraverso cui dar voce a una forma espressiva intenta a trasmettere emozioni. La sua abilità nell'imprigionare il colore tra segni grafici tende a volgerlo verso nuove prospettive, sviluppando così idee originali».
L'artista esporrà trenta tavole realizzate con tecniche digitali tra il 2009 e il 2012. Le opere guardano con ironia al mondo del fumetto e dei cartoni animati, ma occhieggiano alla Pop art e all'arte di strada. Il rigore compositivo dell'immagine, le inquadrature, la scelta del colore e delle tonalità concorrono a esprimere equilibrio estetico tra il segno e il colore.
La mostra, aperta fino al 30 settembre, potrà essere visitata tutti i giorni – escluso il lunedì – dalle ore 16.00 alle 20.00.

Inizio:21/09/2012 22:00
Fine:23/09/2012 02:00

Dal 21 al 23 settembre, evento targato Lido di Naxos e Vaccalluzzo
“L’ESTATE STA FINENDO…” MA LA FESTA CONTINUA
Tre giorni di live, cabaret e spettacoli piromusicali, con un omaggio a Lucio Dalla

NAXOS - Prime piogge, giornate più corte e brezza d’autunno, sembra quasi di sentire il celebre ritornello “L’estate sta finendo”, perché il 21 settembre è ormai alle porte, pronto a fare da traghettatore verso una nuova stagione tutta da vivere. Per dare l’arrivederci alle calde e piacevoli giornate estive, c’è un mega evento, destinato a diventare un appuntamento fisso per i siciliani e non, la “Festa di fine estate”: un mix di musica e spettacolo che vede insieme una delle location più suggestive della baia di Naxos (il Lido di Naxos) e l’emozionante unicità degli spettacoli pirotecnici firmati da Vaccalluzzo Eventi. Save the date fissato per il prossimo weekend: venerdì 21, sabato 22 e domenica 23 settembre gli oltre 13.000 metri quadrati di spiaggia, che hanno come sfondo la splendida Taormina, accoglieranno tre giorni di live, cabaret e fuochi d’artificio che, ogni sera allo scoccare della mezzanotte, risplenderanno in cielo “a suon di musica”.

Le emozioni non si faranno attendere, perché proprio venerdì 21 settembre Vaccalluzzo proporrà uno show piromusicale, mai realizzato prima, dedicato ai grandi nomi della musica italiana, sulle note di “Nessun Dorma” di Luciano Pavarotti, “My Way” nella versione del tenore insieme a Sinatra, “Nel blu dipinto di blu” di Modugno e con il gran finale di “Caruso” di Lucio Dalla. Un omaggio che racconta la storia di un’amicizia, quella tra il catanese Alfredo Vaccalluzzo e il cantautore bolognese, che durante un’intervista radiofonica ha espresso un desiderio: montare uno spettacolo di fuochi su uno dei suoi più celebri brani. A poco più di sei mesi dalla scomparsa di Dalla, Vaccalluzzo ha deciso di realizzarlo, mostrandolo per la prima volta durante la “Festa di fine estate”: musica e fuochi artificiali danzeranno in armonia per diventare un’unica forma d’arte. Una serie di artifici di piccolo, medio e grosso calibro si animeranno in perfetto sincrono con la musica, disegnando il cielo con un’armonia dalle multiformi cromie, permettendo di raggiungere un livello tecnico-artistico di alta levatura.

A fare da apripista per il weekend di eventi sarà il cabaret di “Comicamente Insieme” (start ore 22.00): il nuovo spettacolo del quartetto televisivo capitanato da Salvo La Rosa, con Litterio, Toti e Totino. Giusto il tempo di riprendere fiato e sabato sarà festa in spiaggia fino all’alba con birra, grigliata, fuochi d’artificio, dj set e i live musicali della Mimì Sterrantino band, Ciaudà & special guest Pippo Barrile (ex Kunsertu) e Daniel Zappa, e i“Merce Fresca”, band in grande ascesa proveniente dalla provincia di Caltanissetta, con 7 elementi. A mezzanotte tutti con il naso in su per lasciarsi affascinare dai fuochi pirotecnici montati su grandi colonne sonore dello scenario rock, seguiti da balli e divertimento fino alle prime luci del giorno.
Chiusura dedicata ai giovani talenti nostrani, quella di domenica 23, quando sul palco allestito al Lido di Naxos verrà dato spazio alle band siciliane emergenti in un crescendo musicale che si concluderà con la perfomance del gruppo “I Samarcanda” e l’immancabile appuntamento con il gran finale firmato Vaccalluzzo.

Inizio:21/09/2012 22:00
Fine:23/09/2012 02:00

Da ieri e fino a domani 23 settembre, Lungomare Schisò 1 – Giardini Naxos (Me)

ARRIVEDERCI ESTATE: IL CIELO S'ILLUMINA SULLE NOTE DI LUCIO DALLA

La scommessa del Lido di Naxos e Vaccalluzzo Events per la loro Sicilia

NAXOS – Due grandi attrazioni del territorio e un unico obiettivo: valorizzare la Sicilia, puntare sul vasto patrimonio paesaggistico, turistico e sulle tradizioni, che da secoli ne fanno oggetto di ammirazione. «Partire e ripartire dalla nostra terra, dal suo potenziale, da quella sicilianità che è il mood che ci rappresenta, soprattutto nel nostro lavoro, anche quando siamo in giro per il mondo».

Questa la scommessa dei due imprenditori Alfredo Vaccalluzzo e Giovanni Cacciola, rispettivamente alla guida di due veri e propri poli di attrazione dell’Isola: il primo, per la magistrale spettacolarità che in ogni singolo evento lascia a bocca aperta migliaia e migliaia di persone; il secondo per essere riuscito a offrire ai siciliani e non, una location unica, per fascino e suggestione, a tutte le ore del giorno e della notte sullo sfondo della splendida Baia di Naxos.

Hanno voluto avviare la loro sinergia con la grande “Festa di fine estate”, che da ieri e fino a domani (domenica 23), accoglierà tutti coloro che vorranno salutare la bella stagione senza troppa nostalgia, a ritmo di musica e con i colori dei fuochi piromusicali che, allo scoccare della mezzanotte, riempiranno il cielo di Naxos, come solo Vaccalluzzo Events sa fare da decenni.

Come tutte le prime serate, anche quella di ieri è stata speciale perché, dopo l’intrattenimento “made in Sicily” offerto da Toti&Totino, Litterio guidati dal mattatore tv Salvo La Rosa, il cielo di mezzanotte si è illuminato sulle note della celebre “Caruso” di Dalla, «un omaggio ma anche una promessa che avevo fatto al mio caro amico Lucio – ha commentato Alfredo Vaccalluzzo – a cui mi legava grande affetto e stima. Era in cantiere il progetto di realizzare insieme lo spettacolo piromusicale sulle note di un concerto live, ho deciso di realizzarlo comunque e salutarlo così».

Weekend con grigliate, dj set e colazione all’alba: stasera (sabato 22) a partire dalle ore 21.00 sul palco del Lido di Naxos suoneranno i 7 musicisti dei “Merce Fresca” prodotti dall’etichetta catanese Mhodì; i “Ciauda”, i “Giufà” e la “Mimì Sterrantino band”, special guest Daniel Zappa, coinvolti nel progetto Nati a Sud, con l’intento di creare scambio e integrazione tra artisti siciliani per la loro valorizzazione.

Gran finale domani domenica 23 (dalle ore 18.00) dedicata all’open stage con band locali emergenti, che accompagneranno la conclusione affidata al gruppo “I Samarcanda” e all’attesissimo show piromusicale di Vaccalluzzo Events.

Info > http://www.facebook.com/events/415473581846482/

Inizio:23/09/2012 00:00
Fine:23/09/2012 17:00

Ciao Bikers,
il Gruppo Muvemuni è entusiasta di invitarvi al 1° Motogiro della Vendemmia, per riscoprire sapori e antiche Tradizioni!

Inizio:23/09/2012 09:00
Fine:23/09/2012 16:00

Ciao Bikers,
il Gruppo Muvemuni è entusiasta di invitarvi al 1° Motogiro della Vendemmia, per riscoprire sapori e antiche Tradizioni!

---> DESCRIZIONE MOTOGIRO:

Ospitati da una delle più importanti Aziende Vitivinicole aperte della Sicilia Orientale EtnaWineAgriturismo, viviamo con mano ed in allegria, La Vendemmia 2012, dalla Raccolta alla Pigiatura Tradizionale!
Un antica Tradizione, che ormai sta andando perdendosi visto i macchinari di nuova generazione e la produzione di massa.
Tutti i partecipanti interessati raccoglieranno, con apposite forbicine, un congruo quantitativo d'uva, cosicchè muniti di stivaletti di gomma si potrà pigiarla, ballando trascinati dalla secolare musica della Vendemmia.
Dopo il pranzo,abbondante e rigorosamente di prodottici tipici locali, accompagnati dalla guida che ci spiegherà la storia dell'antico casale,si andranno a degustare i vini di produzione della Tenuta.
Infine l'immancabile visita del museo enologico e della cantina che custodisce la botte in castagno più grande del mondo.
Insomma una giornata imperdibile on the road, per vivere e riscoprire "le strade del Vino" insieme a tanti amici motociclisti!

---> PROGRAMMA DOMENICA 23 SETTEMBRE:

-ORE 9.00
Appuntameto Presso il Rifornimento Esso
Dopo il Centro Commerciale Etnapolis
(strada a scorrimento veloce SS121).

-ORE 9.30
Partenza Motogiro Dir. Bronte, Randazzo;

-ORE 11.00
Arrivo in Tenuta, Parcheggio moto Custodito,
Accoglienza e inizio Vendemmia Tradizionale,
con Balli e musica Siciliana.

-ORE 13.30
Pranzo Tipico in Tenuta:
Antipasto tipico,Maccheroni di pasta fresca al ragù
Etna Wne(+bis),Salsiccia al pepe nero e finocchietto selvatico
e polpette su foglie di limoni alla griglia,Insalata mista
o patatine,Semifreddo al pistacchio o alla nocciola,
Acqua , vino e caffè.

-ORE 15.30
Visita Guidata del Museo e della Cantina,
Con Spiegazione e Degustazione Vini
e Foto di Gruppo.

-ORE 17.30
Partenza Motogiro Dir. Linguaglossa,
Arrivo in Piazza, Sosta Caffè e Saluti.

--->INFORMAZIONI UTILI:

-Le Forbici per la raccolta dell'uva vengono fornite dalla struttura, viceversa gli stivali in gomma, per questioni igeniche, dovranno essere personali.

--E' Necessario confermare la
Presenza con un commento su Facebook oppure su
www.muvemuni.com entro il 20/09/2012

-La Quota 25,00€ Comprende:Vendemmia, Pranzo Tipico Della Domenica, Visita Guidata del Museo e della
Cantina con spiegazione e Degustazione di Vini;

-Itinerario A/R 80KM;

-Sicurezza Stradale Muvemuni;

-Assistenza Logistica Garantita;

Ci aspetta una bella giornata per vivere la moto a 360°,
Carusanzaaaa.. Muuuvemuni!!!!
Ci vediamo Domenica ;))